Early Birds Adv Blog

LE PUBBLICITÀ CHE HANNO FATTO LA STORIA DEL MOVIMENTO LGBT

By Alice Tarantola on June 05, 2019

Da sempre la pubblicità mostra alle persone prodotti e servizi ambientati in situazioni e circostanze familiari al target di riferimento.

Una famiglia felice composta da mamma, papà, figlio e figlia felici che mangiano biscotti durante la colazione, donne che mostrano le straordinarie capacità di un prodotto per pulire casa e uomini che guidano imponenti moto per evidenziare le incredibili potenzialità del mezzo.

 

Beh negli ultimi tempi però qualcosa è cambiato.

Se prima mostrare qualcosa di “diverso” poteva risultare pericolo o azzardato, ora non è più cosi! 

Soprattutto i grandi marchi hanno deciso di uscire allo scoperto e proporre un’immagine promozionale in linea con la loro filosofia di pensiero: tutti devono essere inclusi.

La pubblicità può essere un mezzo molto potente per andare contro ai problemi sociali e ai pregiudizi. 

 

Di seguito andiamo ad analizzare alcuni spot e cartelli pubblicitari che negli anni hanno supportato la comunità LGBT.

 

Provocazione di Benetton contro le discriminazioni e HIV - 1989-1991

Una delle prime pubblicità LGBT che ricordiamo nella storia è del marchio Benetton, doto marchio di abbigliamento che da sempre propone una comunicazione provocatrice includendo all’interno delle sue campagne modelli di etnie e generi differenti.

Il manifesto sottostante fa parte di una campagna promossa alla fine degli anni ’80.

In questa campagna Benetton ha voluto lanciare svariati messaggi oltre all’omosessualità e alla differenza tra etnie.

Tra le immagini principali troviamo quella di due donne, una bianca e una di colore, con in braccio una bimba asiatica.

Un’altra immagine molto forte lanciata sempre nella medesima campagna vedeva protagonisti dei presentavi color arcobaleno che compongono il logo delle Olimpiadi del ’91.

blanket-ad-bennetton

Amore arcobaleno per Ikea - 1994

Gli spot di Ikea sono famosi in tutto il mondo per lasciarci qualcosa dentro, che sia una sensazione di felicità, dolcezza o nostalgia.

Nel ’94 Ikea ha voluto dire la sua pubblicando uno spot pubblicitario per la tv nazionale, mostrando una coppia gay intenta a selezionare il tavolo più consono per la loro casa.

Ikea è stata in grado di mostrare la naturalezza della coppia, eliminando ogni possibilità di giudizio o possibile shock da parte del suo pubblico. 

L’atteggiamento della coppia è quello di tutte le coppie che provano “l’emozione” di rendere il proprio covo d’amore ancora più bello e accogliente, senza eccessivi comportamenti da professionisti dell’interior design.

 

 

McDonald come la mamma - 2010

Nel 2010 il colosso dei fast food ha lanciato un messaggio molto importate per coinvolgere tutto il suo pubblico: “il Mc è come la mamma e ti vuole bene così come sei”.

Anche in questo caso i pareri contrastanti sono stati molti, ma McDonald è stata in grado di coinvolgere i consumatori facendoli sentire parte integrante della sua grande famiglia.

 

La libertà per Ikea - 2011

Nonostante passino gli anni, Ikea continua ad avere come obiettivo quello di rimuovere le barriere e includere tutti.

Nel 2011 il brand svedese ha lanciato uno spot televisivo con un forte messaggio di libertà, mostrando le varie possibilità che il mondo mette a nostra disposizione. 

È arrivato il momento di dire basta.

 

 

Una colorata sorpresa per Findus - 2014

Nel 2014 Findus fa coming out con uno spot pieno di sorprese.

Vediamo una situazione familiare in cui il figlio invitai propri genitori a mangiare a cena per fargli conoscere il suo nuovo coinquilino.

La cena è piena delle nuove sorprese Findus che lancia lo spot per promuovere nuove ricette presenti nelle loro proposte.

Alla fine dello spot Findus fa coming out, lanciando tra le righe un messaggio molto importante: non abbiate paura di essere voi stessi, le persone che davvero contano vi ameranno comunque… poi la mamma è sempre la mamma!

 

 

Un sogno d’amore firmato Tiffany - 2015

Nel 2015 Tiffany, noto marchio di gioielli, realizza uno spot romantico per promuovere la sua linea di anelli di fidanzamento.

Questa volta, però, il noto brand ha deciso di promuoversi in un modo tutto nuovo: la pubblicità vede protagonista una coppia LGBT.

Questa scelta ha creato molto dibattito nel pubblico di Tiffany, ormai abituato ad una comunicazione molto tradizionale che vedeva in primo piano coppie eterosessuali.

Tiffany ha deciso di “santificare” la visione del matrimonio omosessuale. 

 

 Schermata 2019-06-03 alle 17.07.36

 

Matrimonio gay tradizionale - Renault

Quando si parla di auto siamo soliti pensare a immagini molto maschili e virili oppure spot che mostrano panorami mozzafiato.

Renault ha deciso di uscire dalle righe e sponsorizzare la sua Twingo celebrando un matrimonio tradizionale gay.

Nello spot vediamo una figlia che accompagna il papà all’altare con la felicità negli occhi perché sta finalmente realizzando il suo sogno: sposare l’uomo che ama e condividere la vita con lui.

 

 

Be true to your plesure Magnum - 2015

La Magnum ha abituato il suo target a pubblicità molto sensuali in cui i suoi gelati vengono assaporati con grande gusto.

Lo spot che abbiamo visto nel 2015 non è stato da meno… anche se con una piccola modifica.

Lo spot vede come protagoniste alcune donne molto sensuali che gustano un gelato Magnum, ma l’apparenza inganna.

Infatti, quando si arriva al primo piano del volto, si scopre che le donne in realtà sono trans.

Magnum ha voluto esprimere il suo pensiero a favore non solo dell’omosessualità ma anche di tutti i diritti di ogni individuo. 

 

 

Topics: spot, LGBT, spot LGBT, movimento LGBT

Author: Alice Tarantola

Iscriviti!

Recent Posts

Topics

See all